Cybathlon 2020

CYBATHLON 2020

Il Cybathlon coinvolge e affascina anche a distanza

Si chiamano Maker Hand, PULSE Racing e Circleg. Vengono dalla Croazia, dai Paesi Bassi e dalla Svizzera – e rappresentano 51 team provenienti da 20 Paesi che hanno partecipato alla Cybathlon 2020 Global Edition. Sono uniti dal desiderio di praticare attività fisica senza limitazioni. A causa della pandemia di Covid-19, per la prima volta in assoluto i team si sono sfidati a distanza, sia fisica sia temporale. In mezzo a loro lʼazienda Cosanum, lo specialista in logistica al servizio della salute.

Panoramica dei vincitori

  • Krunoslav Mihic del team croato Maker Hand nel percorso di destrezza con protesi degli arti superiori (ARM)
  • Sander Koomen del team olandese PULSE Racing nella gara ciclistica con stimolazione muscolare elettrica funzionale (FES)
  • Florian Hauser del team svizzero HSR enhanced nel percorso con sedie a rotelle motorizzate (WHEEL)
  • Kim Byeong-Uk del team sudcoreano Angel Robotics 1 nel percorso con esoscheletri robotici (EXO)
  • Francesco Bettella del team italiano WHi nella gara virtuale comandata con il pensiero (BCI)
  • Andre Frei del team svizzero Circleg nel percorso a ostacoli con protesi delle gambe (LEG)
  • Lʼintero evento, trasmesso in livestreaming, e i singoli video relativi ai team sono disponibili su www.cybathlon.ch

Lʼintero evento, trasmesso in livestreaming, e i singoli video relativi ai team sono disponibili su www.cybathlon.ch 

ETH Zurich Hoenggerberg. (ETH/Alessandro Della Bella)

Un evento veramente straordinario

Al Cybathlon si sfidano «pilote» e «piloti» con disabilità fisiche nello svolgimento di attività rilevanti per la vita quotidiana con lʼimpiego di moderni sistemi di assistenza tecnica. Lʼevento è organizzato dal Politecnico federale di Zurigo. Quattro anni fa si era svolta la prima competizione internazionale di questo tipo che aveva visto la partecipazione di 66 concorrenti provenienti da 25 Paesi nella cornice della Swiss Arena a Kloten dinanzi a ben 5'000 spettatori. 

«Una competizione affascinante dove avevano trovato applicazione sistemi innovativi e altamente tecnologici» afferma Bruno Schefer, Co-Headcoach di Cosanum, commentando la prima edizione. Allʼepoca era un semplice spettatore, nel 2020 è coinvolto in prima persona. In veste di rappresentante di una delle aziende partner ufficiali, Bruno Schefer vuole vivere in prima persona lo spirito innovativo per captare qualche idea per la propria azienda. 

Ricerca e quotidianità si incontrano

Le 48 ore sono state un evento emotivo eccezionale non solo per le «pilote» e i «piloti» ma anche per le spettatrici e gli spettatori di tutto il mondo nonché per tutti i Responsabili del Cybathlon. A causa della pandemia di Covid-19, i team si sono affrontati, nel proprio Paese, nella modalità lockdown appositamente sviluppata. 

In una finestra temporale di solo tre ore avevano a disposizione tre tentativi per svolgere il proprio percorso. Per la competizione ufficiale è stato considerato il migliore dei tre tentativi. Le gare sono state trasmesse dal vivo in streaming. Bruno Schefer è entusiasta del modo giocoso con cui il Cybathlon cerca di promuovere la ricerca nel campo dei sistemi di assistenza tecnica nella vita quotidiana. Il Cybathlon è un esempio perfetto dove lʼessere umano e la tecnologia si sposano, puntualizza Bruno Schefer. Quando si tratta di prodotti innovativi, egli è sempre presente. Inoltre, la manifestazione costruisce importanti ponti, sottolinea il Co-Headcoach, aggiungendo che uno dei compiti principali di unʼazienda consiste nel guardare avanti, in base allo slogan: chi si ferma perde il passo. «Il settore della salute è in costante e rapida evoluzione in questi anni – e anche noi, in qualità di specialisti in logistica al servizio della salute, abbiamo dovuto trovare e percorrere nuove vie per riuscire a rimanere unʼazienda competitiva e ambita.» 

Abbattere le barriere

Per questa ragione, Bruno Schefer sprona continuamente i suoi Happy cosaMember, come ama chiamare le proprie collaboratrici e i propri collaboratori, a partecipare e a incentivare il cambiamento a livello tecnologico e strategico. Così anche nellʼintroduzione di nuove linee di prodotti come, ad esempio, Ortho by cosanum. A tal fine, Cosanum sostiene le imprese mediche specializzate, gli ospedali e i medici con soluzioni di prodotto moderne e diversificate in ambito ortopedico. «Ai pazienti vogliamo consentire di vivere una vita attiva e priva di impedimenti» evidenzia Bruno Schefer, aggiungendo che gli sta a cuore rafforzare la fiducia nelle nuove tecnologie e, al contempo, abbattere le barriere. Bruno Schefer è entusiasta di ciò che i team sono in grado di fare insieme agli sviluppatori e agli assistenti del Cybathlon. «I sistemi di assistenza tecnica sono di grande aiuto alle persone con disabilità nellʼaffrontare la vita quotidiana.» Tutti costruiscono importanti ponti, sottolinea Bruno Schefer – a livello tecnologico tanto quanto umano. Il Cybathlon contribuisce a compiere un passo avanti nella realizzazione di questo sogno.

Interview con Bruno Schefer

Qual è per lei il fascino del Cybathlon?

Per me il fascino consiste nel vedere persone con disabilità potersi muovere come prima grazie all’aiuto della tecnologia. L’autonomia nei movimenti è molto importante per l’autodeterminazione e quindi per il benessere di una persona. Se la mobilità è ridotta o nulla, questo può avere conseguenze per la psiche e la salute dell’interessato.

Bruno Schefer Headcoach cosaNetwork

Qual è il legame tra Cosanum e il Cybathlon 2020?

Cosanum opera nel settore Healthcare e per questo ha anche un forte legame con le molte persone affette da disabilità. Insieme a vari partner, l’azienda offre prodotti innovativi e all’avanguardia in ambito ortopedico.

Come mai lo specialista in logistica al servizio della salute ha deciso di diventare partner dell’edizione 2020?

In generale sosteniamo le innovazioni nel settore Healthcare. Il Cybathlon è più di una semplice competizione, in quanto contribuisce anche a promuovere la ricerca sui sistemi di assistenza per la vita quotidiana e il dialogo con l’opinione pubblica. Questo approccio è perfettamente in linea con la nostra strategia di sostegno. Apprezziamo molto la collaborazione con l’ETH.

Cosa lʼha colpita maggiormente del Cybathlon 2020?

Da un lato sono contento di aver visto al Cybathlon, grazie al livestreaming, tanti volti felici e soddisfatti. Dall’altro, questa manifestazione mi consente di richiamare l’attenzione dei nostri clienti su questo evento e sul nostro relativo impegno. Infine mi hanno colpito le innumerevoli idee e visioni per il futuro nel campo dellʼortesi che farò confluire nella nostra azienda.

Per finire, signor Schefer, ancora una domanda personale: come sottolinea sempre in occasione delle sue apparizioni pubbliche e anche in questo colloquio, per lei è molto importante costruire ponti. Da quale motivazione è guidato nel perseguire questo scopo?

Per me è fondamentale dare un senso al mio lavoro e alle mie attività quotidiane. Quindi ciò che mi preme, fra le altre cose, è fare qualcosa che faccia stare meglio gli altri. In futuro voglio farmi guidare ancora di più da questa motivazione.

Cybathlon

Il 13 e 14 novembre 2020 si è svolta la seconda edizione del Cybathlon, in cui persone con disabilità fisiche si sono nuovamente misurate in diversi percorsi – con lʼausilio dei più moderni sistema di assistenza tecnica. A causa della pandemia di Covid-19, i team si sono sfidati, nel proprio Paese in modalità lockdown, in sei discipline: gara virtuale comandata con il pensiero, gara ciclistica con stimolazione muscolare elettrica funzionale, percorso di destrezza con protesi degli arti superiori, percorso a ostacoli con protesi delle gambe, percorso con esoscheletri robotici e percorso con sedie a rotelle motorizzate. 

Ulteriori informazioni sul Cybathlon sono disponibili qui: www.cybathlon.ch 

Cookies

> Utilizziamo i cookie per ottimizzare il nostro sito web. Continuando a utilizzare il sito web, si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie, vedi il nostro Cybathlon 2020

Vedere tutte le opzioni